Suore Agostiniane - Santuario ceri

Vai ai contenuti

Menu principale:

Suore Agostiniane

 
S. Messa al santuario di Ceri per la chiusura
 
 
del Capitolo Provinciale delle Suore Agostiniane Serve di Gesù e Maria

 
 
 
 
Mercoledì 29 giugno, solennità dei SS Pietro e Paolo, a metà mattina il sole cominciava già a scaldare con una certa insistenza l’erta che sale a Ceri. Per molte di noi era la prima volta che salivamo per la strada ripida, tra le case silenziose, che ci osservavano con la loro saggezza secolare. Salivamo tra canti e preghiere e ad ogni curva si apriva uno scorcio nuovo e suggestivo. Finché siamo arrivate alla Porta Santa del Santuario, discreta e umile. A noi, abituate alle solenni Porte Sante delle Basiliche romane o dei grandi santuari, sembrava strano che “proprio quella” fosse la Porta da attraversare per poter lucrare l’indulgenza! Evidentemente, per un momento avevamo dimenticato il valore della porta stretta che conduce alla vita e l’umiltà di Cristo, vera Porta per le sue pecore. Quella porta, laterale e stretta come una feritoia, somigliava tanto al colpo di lancia nel costato di Cristo. Attraversarla è stato come andare incontro al torrente della grazia sacramentale scaturita dal costato di Cristo.
 
 
Il Santuario della Madonna di Ceri somiglia molto a colei a cui è dedicato: all’umiltà dell’esterno corrisponde la ricchezza spirituale dell’interno. Entrarvi è stato come aprire un semplice baule e scoprirvi un tesoro prezioso. Ogni affresco rimanda ad una verità di fede, è un percorso spirituale incredibile, tutto concentrato in una piccola chiesa di alto valore artistico e religioso.
 
 
In questa splendida cornice abbiamo celebrato la S. Messa conclusiva del nostro Capitolo Provinciale, che si è svolto a Ladispoli dal 23 al 29 giugno. Noi Suore Agostiniane Serve di Gesù e Maria siamo presenti a Ladispoli dal 1933 e, dal 1990, qui si trova anche la sede della Casa Provinciale. Il Capitolo Provinciale ha visto la partecipazione di delegate provenienti da diversi conventi d’Italia, India e Repubblica Democratica del Congo. Abbiamo vissuto giorni di intenso lavoro, sotto la guida dello Spirito Santo e la S. Messa conclusiva al Santuario di Ceri è stata come “la ciliegina sulla torta” perché ci ha fatto sperimentare l’abbraccio materno di Maria, alla quale affidiamo il nuovo cammino della nostra Provincia. Ringraziamo di cuore il parroco, che nella sua omelia ha anche ricordato la figura della nostra Fondatrice, Sr. Maria Teresa Spinelli, di cui è in corso il processo di beatificazione. Ringraziamo anche coloro che prestano il loro servizio al Santuario perché, grazie al loro contributo, il Santuario è valorizzato anche per le sue peculiarità storiche e artistiche. Auguriamo che possa essere sempre più apprezzato come luogo di preghiera e di incontro con Dio anche attraverso l’arte.
 
 
 
Sr. Marta Gadaleta
Torna ai contenuti | Torna al menu