Processione diocesana 2013 - Santuario ceri

Vai ai contenuti

Menu principale:

Processione diocesana 2013

foto: A. Pielich

Da Ceri un messaggio di pace e misericordia

Cresce la partecipazione all'annuale pellegrinaggio al santuario mariano cuore della Diocesi
dal sito della diocesi di Porto-Santa Rufina (16/09/2013)

Si è svolto anche quest'anno il tradizionale pellegrinaggio della nostra Diocesi al Santuario mariano di Ceri, che segna come l'avvio delle attività apostoliche della Diocesi e delle Parrocchie, con l'affidamento all'intercessione della Vergine Maria, Madre della Misericordia, di tutte le iniziative dell'anno pastorale che sta per avviarsi.
A partire dall'edicola mariana in Via di Ceri, portando ciascuno lo stendardo della propria Parrocchia, i fedeli hanno formato il lungo corteo che, dopo un percorso di poco più di due chilometri, è giunto ai piedi della rocca di Ceri, cantando e pregando con la corona del rosario.
Nell'omelia, sulla piazza di Ceri gremita di fedeli, il Vescovo ha detto: "è la Madonna che convoca il suo popolo, è lei che ci chiama nella sua casa, e ancora una volta ci dice: fate quello che Gesù vi dirà".
E il popolo risponde, con crescente generosità ed entusiasmo a questa celebrazione che esprime bene il desiderio di un cammino comune delle 55 Parrocchie della Diocesi, guidate dal Vescovo, verso l'antica rocca sulla quale da secoli sorge il Santuario della Madre della Misericordia. Alla Vergine abbiamo guardato tutti, e abbiamo affidato a lei la nostra preghiera, in questo momento particolarmente difficile, per la pace nel mondo, in Medio Oriente e in Siria.
A partire dalle letture della Messa, tutte centrate sul tema della misericordia di Dio verso l'umanità, il Vescovo ha richiamato il dovere di ogni credente che, sperimentando in modo sempre nuovo la misericordia, accoglie il dono di Dio per portarlo agli altri.
La celebrazione, che ancora una volta ha trasformato l'intero paesino in una Chiesa con il cielo azzurro per volta, è stata come sempre molto sentita e partecipata da tanti giovani, famiglie, rappresentanti delle autorità cittadine, suore delle numerose comunità religiose della Diocesi, tutti con lo sguardo verso l'altare dove il Vescovo ha celebrato la Messa, affiancato da oltre venti sacerdoti.
Dopo la benedizione col dono dell'indulgenza papale, il Vescovo ha compiuto l'atto di omaggio e affidamento a Nostra Signora di Ceri Madre della Misericordia, recandosi davanti all'immagine custodita nel Santuario e intonando insieme ai sacerdoti il canto della "Salve Regina" al quale si sono infine uniti i fedeli.  




Torna ai contenuti | Torna al menu